La Quarta Opzione

Con l’ennesima riforma della Pac torna in evidenza questa proposta fatta anni fa da ECVC

In novembre 2010, la Commissione Europea ha presentato un documento che contiene obiettivi e vari scenari per la Politica Agricola Comune per il periodo 2014-2020. Questo documento contiene tre opzioni. Questa è invece la proposta per la nuova PAC alla quale noi di ARI abbiamo contribuito come membri del Coordinamento Europeo Via Campesina (ECVC – www.eurovia.org).

La quarta opzione pone i seguenti obiettivi al cuore della futura PAC :

  • accesso ad una alimentazione sana per tutti,
  • redditi stabili e giusti per gli agricoltori,
  • prezzi stabili e giusti per i consumatori,
  • modelli di produzione ecologicamente sostenibili,
  • diminuzione delle emissioni di gas ad effetto serra (riscaldamento climatico),
  • riduzione nell’utilizzo di energie fossili,
  • fine della distruzione dei mercati interni per i produttori locali nei paesi del Sud, distruzione causata dalle pratiche di dumping.


Questa opzione è proposta da un numero crescente di movimenti sociali e di organizzazioni della società civile in Europa.

Questa opzione risponderà realmente alle sfide di oggi in fatto di alimentazione e di agricoltura in Europa e nel mondo.

In più, questa opzione necessiterà di un budget minore di quello della politica attuale e delle opzioni proposte dalla Commissione.

La quarta opzione mette il pianeta e le persone prima del profitto e la solidarietà prima della competitività.

Noi crediamo che la politica alimentare ed agricola europea debba essere una politica pubblica forte, con la fornitura di un’alimentazione sana di buona qualità, ed avente la sostenibilità e l’equità come valori centrali.

Testo completo della proposta: La quarta opzione

La Quarta Opzione

Con l’ennesima riforma della Pac torna in evidenza questa proposta fatta anni fa da ECVC

In novembre 2010, la Commissione Europea ha presentato un documento che contiene obiettivi e vari scenari per la Politica Agricola Comune per il periodo 2014-2020. Questo documento contiene tre opzioni. Questa è invece la proposta per la nuova PAC alla quale noi di ARI abbiamo contribuito come membri del Coordinamento Europeo Via Campesina (ECVC – www.eurovia.org).

La quarta opzione pone i seguenti obiettivi al cuore della futura PAC :

  • accesso ad una alimentazione sana per tutti,
  • redditi stabili e giusti per gli agricoltori,
  • prezzi stabili e giusti per i consumatori,
  • modelli di produzione ecologicamente sostenibili,
  • diminuzione delle emissioni di gas ad effetto serra (riscaldamento climatico),
  • riduzione nell’utilizzo di energie fossili,
  • fine della distruzione dei mercati interni per i produttori locali nei paesi del Sud, distruzione causata dalle pratiche di dumping.


Questa opzione è proposta da un numero crescente di movimenti sociali e di organizzazioni della società civile in Europa.

Questa opzione risponderà realmente alle sfide di oggi in fatto di alimentazione e di agricoltura in Europa e nel mondo.

In più, questa opzione necessiterà di un budget minore di quello della politica attuale e delle opzioni proposte dalla Commissione.

La quarta opzione mette il pianeta e le persone prima del profitto e la solidarietà prima della competitività.

Noi crediamo che la politica alimentare ed agricola europea debba essere una politica pubblica forte, con la fornitura di un’alimentazione sana di buona qualità, ed avente la sostenibilità e l’equità come valori centrali.

Testo completo della proposta: La quarta opzione