Piattaforma rivendicativa di ECVC

Torino, 30 Gennaio 2010

Gruppo di lavoro “i lavoratori stagionali, la migrazione e l’agricoltura” del Coordinamento Europeo Via Campesina

La PAC ha promosso la concentrazione e l’industrializzazione della produzione agricola europea, che ha portato all’impoverimento e alla scomparsa molti/e contadini/e al maggiore sfruttamento dei lavoratori.

Per invertire questa tendenza, il Coordinamento Europeo Via Campesina propone:

l’istituzione di un aiuto speciale per le piccole aziende, riconoscendo la loro funzione economica, sociale e territoriale;

attuazione della condizionalità degli aiuti legati al rispetto del diritto del lavoro;

il divieto per gli stati membri di sostenere e di sovvenzionare gli agricoltori che non rispettino i loro obblighi di datori di lavoro;

che la Politica agricola comune istituisca un osservatorio per monitorare le condizioni di impiego della manodopera stagionale;

la firma, la ratifica e l’attuazione da parte di tutti i Paesi europei della Convenzione internazionale sui lavoratori migranti;

la firma, la ratifica e l’attuazione da parte di tutti i Paesi europei della convenzione internazionale 184 dell’Organizzazione Internazionale del Lavoro;

la regolarizzazione dei lavoratori agricoli e lavoratori senza documenti.

Il Coordinamento Europeo Via Campesina s’impegna a sostenere le lotte dei lavoratori stagionali per migliorare il loro status e le loro condizioni di vita.

www.eurovia.org